Magazine, Televisione

X-FACTOR 4 – Esce la nostra prediletta, Cassandra della squadra di Elio

Settima puntata di “X-Factor 4” dedicata alla musica italiana, con ospite il caldissimo Enrique Iglesias, fra l’altro Elio si è travesito da Enrico Ruggeri e la somiglianza è impressionante.

Nathalie Giannitrapani (Tu che sei parte di me, Pacifico e Gianna Nannini): per la bella e brava Nathalie un brano che è sicuramente sulle sue corde e sulle nostre. Commovente, sentita, emozionante.
Davide Mogavero (Parlami d’amore, Negramaro): c’è molto poco da dire su di lui, un’esibizione ineccepibile.
Nevruz Joku (Nuova ossessione, Subsonica): i Subsonica per me sono un gruppo sacro della scena musicale tecno-rock italiana. Nevruz me li ha fatti proprio rimpiangere, lo ammetto a malincuore.
Ruggero Pasquarelli (7000 caffè, Alex Britti): all’inizio non è tanto convincente, poi nella seconda parte del brano è molto carino. Ma arriva in ballottaggio.
Stefano Filipponi (Eppure sentire, Elisa): messo fortemente in discussione da Anna Tatangelo, Stefano canta discretamente, seppure con gli stessi problemi di stonature di sempre
Kymera (Non me lo so spiegare, Tiziano Ferro): per loro è una canzone di un certo peso, in una mise da teatro kabuki un’esibizione che mi lascia un po’ perplesso.
Cassandra Raffaele (Ricomincio da qui, Malika Ayane): canzone proprios bagliata per lei che cerca di farla al meglio delle sue qualità vocali, ma proprio non ci siamo… forse fin troppo interpretata. E per questo, la nostra preferita finisce nel ballottaggio.
Dami (Credimi ancora, Marco Mengoni): impeccabile e intonato, ma forse non era questo il brano giusto per Dami.

Fra Ruggero e Cassandra, l’eliminata è proprio quest’ultima.

Foto|TvBlog

Lo zio Nico

Commenta con Facebook